TERREMOTO IN ABRUZZO

COS’È SUCCESSO?

Il terremoto dell’Aquila del 2009 consiste in una serie di eventi sismici, iniziati nel dicembre 2008 e terminati nel 2012, con epicentri nell’intera area della città, della conca aquilana e di parte della provincia dell’Aquila.

 

La scossa principale, verificatasi il 6 aprile 2009 alle ore 3:32, ha avuto una magnitudo momento (MMS) pari a 6,3 (5,8 o 5,9 sulla scala della magnitudo locale), con epicentro in località Colle Miruci, a Roio, nella zona compresa tra le frazioni di Roio Colle, Genzano e Collefracido, interessando in misura variabile buona parte dell’Italia Centrale.

 

A evento concluso, il bilancio definitivo è di 309 vittime, oltre 1.600 feriti e oltre 10 miliardi di euro di danni stimati.

L’INTERVENTO DI AMURT ITALIA

Una delegazione di Amurt composta dal Presidente nazionale Paolo Bocchi, dal coordinatore Giacomo Boselli e dal giornalista fotoreporter Erberto Zani, hanno visitato i luoghi del terremoto e si sono incontrati con i dirigenti comunali e scolastici aquilani.

 

Lo scopo del viaggio era la destinazione della somma di 13.000 euro raccolta dopo il sisma ma ancora inutilizzata; in un primo tempo infatti i soldi erano stati destinati alla ricostruzione della ricostruzione della scuola “Mariele Ventre” di Pettino (frazione di L’Aquila), il perdurare però del sequestro del suddetto istituto a data imprecisata ha fatto propendere per una soluzione alternativa sempre in ambito educativo.

In accordo con la Dott.ssa Paola Giagnacovo, dirigente del distretto scolastico “Amiternum”, Bocchi e Boselli hanno deciso di acquistare arredi e giochi per dotare la scuola d’infanzia di Coppito di tutto il necessario per iniziare l’attività scolastica, mentre nella scuola primaria, sempre di Coppito, sarà installata una stanza con sei computer più una fotocopiatrice professionale.

 

Le due scuole sono state da poco inaugurate vincendo una corsa contro il tempo che ha dell’incredibile: fino a pochi giorni fa non c’era nulla, ma con tre turni di lavoro ed una tenacia fuori dal normale si è riusciti nell’impresa d’iniziare l’anno scolastico regolarmente.

L’incontro con l’Ing. Maurizio Ardingo, responsabile comunale della Sicurezza del capoluogo abruzzese, ha permesso di visitare il centro storico di L’Aquila, normalmente chiuso al pubblico e di visionare le nuove abitazioni in consegna in questi giorni, tutte costruite con sistemi antisismici.

 

I volontari di Amurt sono stati anche ad Onna ed a Cese.

 

Il Sindaco di L’Aquila Massimo Cialente ha espresso tutta la sua gratitudine ed apprezzamento per l’aiuto umanitario di Amurt.

 

In linea con i criteri di trasparenza che caratterizzano il nostro operato, ci dice Boselli,- la merce verrà pagata direttamente alla ditta fornitrice dietro presentazione di fattura , non ci saranno intermediari.