CONGO

IL CONTESTO

Il Congo Brazzaville è un Paese dell’Africa equatoriale affacciato sull’oceano Atlantico. Ha enormi potenzialità ma in realtà è molto povero, dilaniato da anni di guerra civile, e ha gravi problemi socio-economici, in parte dovuti alla instabilità politica: sovrappopolazione urbana, estrema povertà associata ad alto costo della vita, vulnerabilità alimentare, agricoltura di sussistenza, assenza di attività extragricole, disoccupazione diffusa, assenza di servizi di base quali sanità ed educazione.

L’INTERVENTO DI AMURT

 

Amurt Congo dispone di pochissime risorse e opera in mezzo a molte difficoltà, ma nonostante ciò riesce a gestire un programma piccolo ma di notevole impatto. Opera a Brazzaville, in accordo con il governo locale, con un progetto di assistenza all’infanzia abbandonata e ad altri gruppi bisognosi. Il programma è costituito da tre progetti:

 

  • la gestione di una Casa Famiglia per l’infanzia bisognosa
  • la gestione di una Scuola Primaria
  • l’alimentazione di base ai Bambini di Strada.

La Casa Famiglia si chiama Maison de la Lumière pour les Enfants. In essa trovano ospitalità 20 bambini orfani e 2 ragazze madri. La Maison de la Lumière è una struttura messa a disposizione dalle autorità locali ed è molto degradata, tanto che vi sono servizi igienici di fortuna. Gli ospiti hanno età compresa tra 3 e 16 anni e frequentano la scuola di Amurt, i più grandi sono studenti presso istituti tecnici in città.

 

Amurt si prende cura di questi ragazzi e delle ragazze madri, grazie ai fondi raccolti in Italia con le adozioni a distanza. Il progetto di Educazione all’Infanzia consiste nella gestione di una Scuola Primaria Pubblica in Brazzaville, in un quartiere povero limitrofo a quello della Maison de la Lumière. Qui sono accolti quotidianamente circa 80 bambini. Gli insegnanti e il personale della scuola sono tutti volontari di Amurt. I programmi educativi sono concordati con il Ministero dell’Educazione e sono integrati da altre discipline, quali l’educazione civica e l’educazione spirituale.

 

Oltre a fornire educazione di base, la scuola ha anche una importante funzione nutrizionale in quanto fornisce ai bambini un pasto tutti giorni.

Il progetto di alimentazione dei Bambini di Strada si innesta su quello di Educazione di Base, in quanto sfrutta le medesime strutture di preparazione di alimenti. Il progetto consiste nella quotidiana preparazione e distribuzione di un pasto al giorno ai bambini di strada che ne fanno richiesta. Il programma interessa circa 100 bambini. La razione è costituita prevalentemente da polenta di manioca, integrata da proteine di origine locale. A fronte di costi davvero modesti mostra grandi benefici per i bambini interessati, che in assenza del progetto sarebbero completamente abbandonati a loro stessi.